Che cos'è un Dio?
Quand'è che si dice: "Questo è un Dio?"
Come si individua nell'altro intelligenza determinazioni e scopi?
Cosa sta alla base della vita del DIO?

Catechismo della Religione Pagana - Prima parte

di Claudio Simeoni

Fra le braccia degli Dèi siamo nati e siamo cresciuti

 

[1] Che cos'è un Dio?

Un DIO è un Essere, qualunque sia la sua natura, che prende consapevolezza della propria individualità ritenendosi diverso dal circostante in cui è diventato consapevole.

[2] Quand'è che si dice: "Questo è un Dio?"

Quando si individua nell'altro la sua intelligenza, le sue determinazioni e i suoi scopi al di là dei tempi e dei modi in cui determinazioni e scopi vengono veicolati.

[3] Come si individua nell'altro intelligenza determinazioni e scopi?

Li si deduce dal suo agire e dalle condizioni che il suo agire determina. Un DIO è tanto più "grande" quanto più il suo agire determina condizioni favorevoli affinché altri Esseri, di varie e di diverse specie, possano germinare, svilupparsi e percorrere sentieri per diventare Dèi.

[4] Cosa sta alla base della vita del DIO?

L'Energia Vitale e la sua peculiarità. L'energia Vitale, elemento a fondamento della vita e dell'Universo, ha la qualità e la tensione interna per passare, quando le condizioni lo consentono, dallo stato di inconsapevolezza allo stato di consapevolezza dando origine ad Esseri che, manifestando la loro volontà agiscono nei mutamenti per dilatare sé stessi nel mondo in cui sono germinati.

Mentre nel cristianesimo il termine "padre" o "madre" implicano una dipendenza di proprietà del soggetto da chi lo ha generato, nella religione Pagana il termine Padre o Madre stanno ad indicare delle condizioni, che il soggetto interpreta come maschili o femminili, che consentono al soggetto di venire in essere. Ma è lui che viene in essere, non altri che hanno deciso che venga in essere. Padre e madre determinano le condizioni affinché venga in essere e la qualità nella quale può sviluppare sé stesso, non la sua coscienza né la sua volontà, né le sue determinazioni.

In campo sociale questo implica che Padre e Madre hanno delle responsabilità nei confronti del soggetto che devono, quando decidono di assumersi la responsabilità di farlo vivere, fornirgli gli strumenti per vivere in maniera adeguata. Questo però è possibile solo se loro si sono forniti di strumenti adeguati e non si sono sottomessi interpretando il mondo in una dimensione gerarchica.

Nella religione Pagana non è il "figlio che onora il padre", ma è "il padre che onora il figlio". E' il figlio che fonda il futuro di quel presente; il padre va verso la gloria della propria morte.

Il DIO nasce, in quanto germina dall'inconsapevole e il DIO può morire quando, nelle trasformazioni, non dilata sé stesso mutazione dopo mutazione.

Costruire le condizioni che permettono ad altri di germinare è essenziale per un DIO in quanto la costruzione delle condizioni è la "condizione" che gli consente di sviluppare sé stesso. Per sé stesso agisce il Dio ed è proprio perché agisce per sé stesso che trasforma il suo presente affinché nuovi Dèi possano germinare. Il germinare di nuovi Dèi che agiscono per sé stessi favorisce le trasformazioni del Dio o degli Dèi che hanno costruito le condizioni, nel loro cammino verso l'infinito delle trasformazioni.

Il venir in essere della Coscienza dell'Essere Terra e il venir in essere della Coscienza dell'Atmosfera, sono le condizioni affinché l'Essere Natura potesse venir in essere. Lo sviluppo dell'Essere Natura favorisce le trasformazioni della Coscienza di Sé dell'Essere Terra e dell'Essere Atmosfera. Dopo di che, nulla sarà più come prima. Per la presenza di una Natura in trasformazione si trasforma la Coscienza (l'Essere DIO) dell'Atmosfera e si trasforma la Coscienza (l'Essere DIO) della Terra. La Natura stessa e ogni figlio di ogni sua specie concorre a trasformare la Natura nel suo insieme e nello stesso tempo concorre a trasformare la Coscienza della Terra e la Coscienza dell'Atmosfera.

Se questo meccanismo lo estendiamo a tutti gli enti e a tutti gli "oggetti" che concorrono a modificare il proprio presente possiamo immaginare l'immenso delle relazioni divine in cui siamo immersi e nelle quali ogni soggetto, i figli della Natura compresi, concorrono a costruire il DIO che potranno essere. L'immenso crogiolo di Dèi in cui si muove il Pagano nella Religione Pagana.

 

 

 

 

 

 

Claudio Simeoni

Meccanico

Apprendista Stregone

Guardiano dell'Anticristo

Tel. 3277862784

e-mail: claudiosimeoni@libero.it

Il catechismo della Religione Pagana

La religione pagana è una religione. Lega l'uomo al mondo in cui vive e stabilisce i principi etici e morali della vita dell'uomo, nella società e nelle relazioni con gli Dèi.