Perché un Pagano di oggi non interpreta il mondo
come facevano le Antiche Religioni?
Perché i Pagani usano i nomi degli Antichi Dèi
e molte cose delle Antiche religioni?
Quali strumenti i Pagani usano per interpretare
il mondo come Scrittura Sacra?

Catechismo della Religione Pagana - Tredicesima parte

di Claudio Simeoni

Fra le braccia degli Dèi siamo nati e siamo cresciuti

 

[35] Perché un Pagano di oggi non interpreta il mondo come facevano le Antiche Religioni?

Perché le Antiche Religioni furono costruite da Esseri Umani in Culture sociali proprie del loro tempo. Oggi noi abbiamo il nome degli Dèi, ma non l'insieme culturale in cui quei nomi significavano. Rischiamo di scimmiottare gli Antichi. Le Antiche Religioni furono fondate da Esseri Umani che incontrarono gli Dèi, come possiamo fare noi oggi. Dèi che descrissero con la loro cultura, nel loro abitare il mondo. Quegli stessi Dèi li incontriamo anche noi oggi in questa cultura.

Perché gli Dèi, pur essendo oggetti in sé, non sono nella forma né nella qualità esclusiva di un'interpretazione soggettiva della loro realtà nel mondo. Gli Esseri Umani interpretano gli Dèi e sono gli Esseri Umani ad attribuire una forma agli Dèi.

In culture diverse, in forme diverse, in epoche diverse, si pratica l'interpretatio come metodo per capire l'uguaglianza degli Dèi nelle diversità culturalei che ne caratterizzano la rappresentazione.

E' necessario conoscere i bisogni delle culture diverse dalla nostra per comprendere perché in quella cultura, lo stesso DIO, veniva rappresentato in maniera diversa. Sospendere il giudizio e riconoscere la diversità nell'uguaglianza della necessità di percepire il mondo, ci permette di arricchirci. Arricchirci, significa alimentare la nostra capacità di dare significati intimi, emotivi e strutturali, diversi alle stesse parole o alle stesse frasi.

[36] Perché i Pagani usano i nomi degli Antichi Dèi e molte cose delle Antiche religioni?

Per costruire il legame unitario fra ciò che furono le antiche culture e l'antico percepire il mondo e la cultura di oggi e il percepire attuale del mondo. Il Pagano non può ignorare che fra le Antiche religioni e il giorno d'oggi ci sono duemila anni di cristianesimo che spesso ha rubato le forme della devozione degli antichi violentandone gli scopi religiosi. Il cristianesimo, come male assoluto, è una realtà sconosciuta alle Antiche Religioni.

Esiste la necessità psicologica di dare un'identificazione personale alle unità divine che il Pagano incontra.

Noi riscopriamo, ad ogni generazione, la realtà degli Dèi. Ogni generazione ha propri occhi con cui riscoprire e ha proprie categorie razionali con cui rappresentare ciò che percepisce.

Noi riscopriamo gli Dèi partendo dal male assoluto che il cristianesimo ha imposto alle persone e gli stessi Dèi degli Antichi sono gli stessi di oggi, ma sono diversi in quanto hanno attraversato trasformazioni in un'oggettività anticamente impensata.

[37] Quali strumenti i Pagani usano per interpretare il mondo come Scrittura Sacra?

Tre sono gli strumenti importanti "le azioni sacre, gli aruspici, e in terzo luogo ciò che gli interpreti dei Libri Sibillini, o gli aruspici aggiunsero, per quanto riguarda le predizioni, a proposito dei prodigi". Senza queste azioni interpretate nella cultura in cui il singolo Pagano vive, non esiste nessuna interpretazione della percezione divina del mondo.

Le Azioni Sacre sono quelle azioni che contengono le emozioni e gli intenti dell'individuo che le compie.

L'arte Aruspicina, mediante la quale l'individuo armonizza i propri intenti e i propri bisogni con gli intenti ed i bisogni del mondo in cui vive interpretandone segni, bisogni ed emozioni.

L'uso dei Libri Sibillini, come capacità di leggere i libri sacri che gli Esseri scrivono attorno a noi o, se preferite, mettere attenzione su chi sta attorno a noi.

Osservare i prodigi come capacità dell'individuo di attivare l'intuizione profonda per agire prima che il problema si presenti predisponendosi alla soluzione del problema prima che il problema lo coinvolga rendendolo incapace di risolverlo.

 

 

 

 

 

 

Claudio Simeoni

Meccanico

Apprendista Stregone

Guardiano dell'Anticristo

Tel. 3277862784

e-mail: claudiosimeoni@libero.it

Il catechismo della Religione Pagana

La religione pagana è una religione. Lega l'uomo al mondo in cui vive e stabilisce i principi etici e morali della vita dell'uomo, nella società e nelle relazioni con gli Dèi.