Perché molte antiche religioni erano "misteriche"?
Che cos'è l'Onnipotente?
Perché la ragione arriva a delirare
proiettandosi in una ragione onnipotente?

Catechismo della Religione Pagana - Ventesima parte

di Claudio Simeoni

Fra le braccia degli Dèi siamo nati e siamo cresciuti

 

[57] Perché molte antiche religioni erano "misteriche"?

Per preservare la conoscenza raggiunta da chi, di quella conoscenza, non sapeva che farsene. Per preservare la conoscenza in ambiti ristretti e poter consegnarla al futuro. Dello stesso Aristotele conserviamo la conoscenza dei testi segreti, esoterici. I testi essoterici sono andati tutti distrutti.

Perché gli Antichi avevano osservato che le persone si plasmavano in maniera diversa a seconda di come si relazionavano nel mondo.

Perché gli Antichi avevano osservato che le persone si plasmano in maniera diversa a seconda di come pensano che il mondo sia.

Perché gli Antichi avevano osservato che le persone si plasmano in maniera diversa a seconda delle relazioni emotive che costruiscono nel mondo e con gli oggetti del mondo in cui vivono.

Le vie misteriche altro non erano che un insieme di pratiche il cui scopo era quello di plasmare la migliore persona possibile nel miglior mondo immaginabile.

[58] Che cos'è l'Onnipotente?

E' la condizione delirante di una ragione malata. Una ragione che ha assunto il controllo dell'individuo e che proietta il suo delirio patologico sul mondo pensandosi in relazione con una ragione immensa. Appunto: onnipotente.

L'onnipotenza, onniscienza, onnicomprensione, ecc., sono solo patologie deliranti della ragione.

Quando la ragione umana si astrae dal mondo si erge ad assoluto al di sopra del mondo.

Per l'individuo è come se la ragione, con la sua descrizione, fosse la creatrice del mondo e non un semplice contabile che cerca di descrivere oggetti del mondo e relazioni nelle quali raramente è coinvolta.

[59] Perché la ragione arriva a delirare proiettandosi in una ragione onnipotente?

Quando una persona si arrende (o viene costretta ad arrendersi) davanti alla vita si rifugia in uno stato psichico di impotenza e sopravvive solo grazie ad una dimensione patologica in cui la sua incapacità acquista meriti e privilegi davanti ad un'autorità assoluta immaginata dalla sua patologia.

La ragione è l'aspetto più povero della realtà umana.

Solo la scienza e la comunicazione fra ragioni limitano gli effetti superstiziosi imposti dalla ragione sull'uomo.

Quando l'uomo ha paura della vita, si rifugia in una ragione povera che gli impone idee superstiziose per legittimare la sua fuga dal mondo e dalla vita.

Quando l'uomo è coraggioso, si chiede il perché delle cose e tenta di usare la sua ragione per risolvere i problemi della vita.

 

 

 

 

 

 

Claudio Simeoni

Meccanico

Apprendista Stregone

Guardiano dell'Anticristo

Tel. 3277862784

e-mail: claudiosimeoni@libero.it

Il catechismo della Religione Pagana

La religione pagana è una religione. Lega l'uomo al mondo in cui vive e stabilisce i principi etici e morali della vita dell'uomo, nella società e nelle relazioni con gli Dèi.