Quali sono le leggi della Natura che la Religione Pagana rispetta?
Come nasce l'uomo?
Qual è la relazione fra condizioni oggettive e trasformazione soggettive?

Catechismo della Religione Pagana - Ventiseiesima parte

di Claudio Simeoni

Fra le braccia degli Dèi siamo nati e siamo cresciuti

 

[77] Quali sono le leggi della Natura che la Religione Pagana rispetta?

Esiste uno stridere fra le "leggi" che governano la vita mediante la veicolazione emotiva e le "leggi" pensate o immaginate dalla ragione come naturali. L'immaginazione ha lo scopo di riaffermare il delirio di onnipotenza della ragione nel singolo individuo. E' compito dei pagani risolvere la contraddizione portando la percezione della vita che ne ha la società alle esigenze della vita manifeste dalla struttura emotiva della vita stessa.

Ognuno di noi è portato a pensarsi "naturale". Tutto ciò che noi pensiamo ci risulta "naturale", "ovvio", e ci stupiamo se gli altri non trovano del tutto "naturale" o "ovvio" ciò che noi affermiamo.

La ragione afferma ciò che è naturale perché ciò che è naturale, per la ragione, è ciò che consente alla ragione di dominare sull'individuo e di proiettare quel dominio sul mondo interpretandolo in base alla fissazione del suo dominio.

La ragione non vive lo stato psichico della modificazione e non vive il momento della disgregazione della coscienza al momento dell'insorgenza dell'emozione.

Per la ragione è naturale la verità, ma è innaturale, in quanto non concepibile, la trasformazione e lo stato dell'insorgenza emotiva.

[78] Come nasce l'uomo?

L'uomo, che nel suo ruolo religioso definiamo "l'Essere Umano", è una specie della Natura. Come tutte le specie della Natura è divenuto per adattamento soggettivo alle variabili oggettive che ha incontrato e nelle quali si è adattato e trasformato in miliardi di anni.

Quando noi, come Religione Pagana, parliamo dell'"Essere Umano" intendiamo quella specie che era presente nel brodo primordiale e che è emersa mediante la sua volontà.

Quando noi, come Religione Pagana, parliamo dell'"Essere Umano", anche se la nostra ragione tende a fissarsi sulla "razza umana" distinguendola da tutte le altre "razze animali" e "razze vegetali", in realtà intendiamo ogni individuo di ogni razza della Natura in quanto la diversificazione delle specie non ha diversificato l'intento per il quale le specie esistono, si sviluppano e divengono.

In ultima analisi, le specie della Natura concorrono per favorire il medesimo intento. Sia come singolo soggetto, sia come parte del singolo soggetto (cellule), sia come gruppi o razze di figli della Natura.

[79] Qual è la relazione fra condizioni oggettive e trasformazione soggettive?

Date delle condizioni oggettive che l'azione di soggetti determina nei confronti della specie umana, la specie, mediante la sua volontà, sceglie esercitando il proprio libero arbitrio fra le possibilità che individua nell'oggettività che vive.

I viventi della Natura sono caratterizzati da tempi di vita fisica relativamente brevi, questo consente loro di predisporre i loro "figli" al meglio data la variazione delle condizioni oggettive in cui si troveranno a vivere.

Mentre nelle religioni monoteiste l'individuo è creato dal dio padrone e, pertanto, la creazione del dio padrone è al di là, al di sopra, dell'ambiente (il dio padrone crea l'ambiente in funzione del soggetto creato a sua immagine e somiglianza), nella Religione Pagana l'Essere Umano diviene nell'ambiente che trova e vive una relazione simbiotica fra sé e l'ambiente modificandosi e adattandosi alle condizioni imposte dall'ambiente.

Caratteristica dei viventi della Natura è la volontà con la quale mettono in atto azioni virtuose per scegliere i migliori adattamenti possibili date le condizioni dell'ambiente in cui sono nati: con la volontà i nati nella Natura esercitano, nelle condizioni imposte dal loro divenuto, il loro libero arbitrio.

 

 

 

 

 

 

Claudio Simeoni

Meccanico

Apprendista Stregone

Guardiano dell'Anticristo

Tel. 3277862784

e-mail: claudiosimeoni@libero.it

Il catechismo della Religione Pagana

La religione pagana è una religione. Lega l'uomo al mondo in cui vive e stabilisce i principi etici e morali della vita dell'uomo, nella società e nelle relazioni con gli Dèi.