Cosa significa Dio?
Cosa significa considerare ogni soggetto della Natura un DIO?
Che cosa uccide il DIO negli Esseri della Natura?

Catechismo della Religione Pagana - Trentunesima parte

di Claudio Simeoni

Fra le braccia degli Dèi siamo nati e siamo cresciuti

 

[93] Cosa significa Dio?

Dio significa LUCE. LUCE è ciò a cui ogni soggetto della Natura tende a diventare. LUCE è la chiarezza dopo la rimozione degli ostacoli che impedisce di vedere la LUCE. LUCE è ciò che diventiamo quando rimuoviamo la sottomissione. LUCE è ciò che il feto diviene quando muore. LUCE è il mondo nel quale viviamo che risplende di intelligenza e di divino. LUCE è ciò che diveniamo al momento della morte del corpo fisico. LUCE è il mondo che si trasforma per l'azione numinosa di ogni LUCE che agisce in esso. LUCE è la nostra azione quando si fonde con le azioni NUMINOSE di un mondo che rimuove gli ostacoli, liberando intelligenza e percezione, aprendosi al futuro. Il DIO che diviene è LUCE, la LUCE è il DIO che diviene ogni Essere che, proprio perché diviene e si trasforma, lo chiamiamo DIO.

Nel modo umano di percepire il mondo, tutto ciò che si "accende" o si illumina, rispetto ad un più o meno omogeneo colore di fondo, è un soggetto composto di intelligenza e azione, che si presenta alla nostra attenzione.

Il meccanismo psichico di cogliere un emergere o un divenire in un insieme che se non è muto o statico, ha una certa uniformità, è un modo per cogliere l'azione del DIO.

Ciò che emerge è sempre luce da un buio, una uniformità di fondo immobile nella nostra percezione, perché la nostra attenzione viene attratta e attivata da quell'emergere.

[94] Cosa significa considerare ogni soggetto della Natura un DIO?

Significa riconoscerlo nella stessa dignità che pretendiamo che sia riconosciuta a noi: la nostra intelligenza, le nostre emozioni, la nostra sensibilità, le nostre strategie d'esistenza, i nostri sacri legami col mondo.

I legami col mondo non sono legami di materia, ma sono legami psico-emotivi e l'emozione viene suscitata nelle persone dall'emozione che percepisce nel mondo.

L'emozione è la comunicazione degli Dèi.

Pensare il mondo in cui viviamo formato da materia muta o da intelligenze che agiscono, non cambia la realtà del mondo, ma cambia il nostro modo di interpretare la realtà e di pensare le strategie che in tale realtà mettiamo in atto.

Noi pensiamo e agiamo nel mondo partendo da una serie di idee preconcette che si fissano nella prima infanzia nella nostra struttura psichica. Noi sperimentiamo il mondo partendo dall'idea che abbiamo sul mondo e se lo pensiamo un insieme di intelligenze, nei nostri progetti, prendiamo in considerazione i possibili progetti delle intelligenze che modificano il mondo e la vita.

[95] Che cosa uccide il DIO negli Esseri della Natura?

La sottomissione ad enti ed entità esterne al singolo soggetto. Costringere, educare, soggetti alla sottomissione significa privarli della loro libertà di manifestare sé stessi nel mondo in cui sono nati.

La sottomissione, quando viene interiorizzata, fatta propria, e riprodotta come metodo di relazione fra gli uomini nella società, si nutre della consapevolezza delle persone finendo per distruggere le persone impedendo loro di costruire il loro corpo luminoso.

L'energia dispersa nel mondo da chi è sottomesso, contrito, ammalato di sensi di colpa, timoroso e impaurito, è il cibo per gli spiriti neri; gli Esseri di sola Energia Vitale Stagnata che si cibano di energia di morte.

La sottomissione ad una verità, ad una verità rivelata attribuita ad una qualche Autoritas, che l'individuo interiorizza e nella quale costringe a piega il proprio desiderio e i propri bisogni, distrugge il DIO che quell'individuo avrebbe potuto diventare data l'occasione della nascita che quella coscienza ha avuto.

 

 

 

 

 

 

Claudio Simeoni

Meccanico

Apprendista Stregone

Guardiano dell'Anticristo

Tel. 3277862784

e-mail: claudiosimeoni@libero.it

Il catechismo della Religione Pagana

La religione pagana è una religione. Lega l'uomo al mondo in cui vive e stabilisce i principi etici e morali della vita dell'uomo, nella società e nelle relazioni con gli Dèi.