La partita di calcio fra filosofi, azione n.2
L'attacco degli Esistenzialisti

Capitolo 33

La partita di calcio mondiale fra i filosofi

Claudio Simeoni

 

Sei capace di giocare a calcio?

 

Gli Esistenzialisti, a loro volta, danno inizio alla partita.

Il primo pallone è toccato da Heidegger:

"La conquista degli Dèi tramite la lotta l'essere in preparazione del loro posto nell'esserci del poetare e del pensare. Solo così accade la verità, che oscilla in sé stessa come in una solitaria altura boschiva attraverso le valli degli uomini."

Heidegger, Quaderni neri, Bompiani, 2014, p. 221

Che passa la palla a Schelling che stoppa:

"Se infatti io non posso riconoscere in qual modo un essere da pensarsi al di fuori del mondo, sublime sopra di esso, posso produrre un mondo da lui distinto e a lui esterno, allora questo presupposto potrà essere oggetto per me di una fede e avere un influsso sulla mia vita, ma la mia intelligenza non avrà guadagnato nient'altro che pure parole senza significato."

Schelling, Filosofia della rivelazione, Rusconi, 1997, p. 69

Schelling prima di proiettarsi in avanti nel campo dei fondamentalisti attende il calcio di Durkheim per il campo dei Rinascimentali.

Calcio che non si fa attendere:

D'altra parte, se veramente l'uomo fosse stato costretto a proiettare la sua immagine nelle cose, i primi esseri sacri sarebbero stati concepiti a sua somiglianza. Invece di essere primitivo, l'antropomorfismo è piuttosto il segno di una civiltà abbastanza progredita. In origine gli esseri sacri sono raffigurati sotto una forma animale o vegetale, da cui la forma umana è derivata soltanto lentamente.

Durkheim, Le principali concezioni della religione elementare, ed. Comunità, 1971, p. 72

Mentre Nietzsche si muove direttamente, palla al piede, nel campo dei dialettici:

"Conosco il mio destino. Un giorno il mio nome sarà associato al ricordo di qualcosa di prodigioso, a una crisi, come non ve ne furono mai sulla terra, alla più profonda collisione della coscienza, ad un verdetto evocato contro tutto ciò che è stato finora creduto, preteso, santificato."

Nietzsche, Ecce Homo, Newton, 1989, p. 306

Palleggia con Schopenhauer per superare la line difensiva superando Robespierre, Marx e Mao:

"La conoscenza sola è rimasta, la volontà è svanita. E noi guardiamo con profonda e dolorosa nostalgia a quello stato vicino al quale apparisce in piena luce, per contrasto, la miseria e la perdizione del nostro."

Schopenhauer, Il mondo come volontà e rappresentazione, Vol.2, Laterza, 1986, p. 536

Con una scivolata Democrito toglie la palla dal piede di Schopenhauer:

"Gli stolti bramano di vivere, temendo la morte [più che non la vecchiaia]. Gli stolti per timore della morte vogliono invecchiare. Gli uomini, fuggendo la morte, finiscono per inseguirla."

Democrito, raccolta di frammenti interpretazione e commentario di Salomon Luria, Bompiani, 2007, p. 833

 

Continua...

 

Marghera, 23 aprile 2018

 

Hai imparato a chiedere l'elemosina?

 

Davvero vuoi continuare a navigare in questo sito?

Clicca qui e impara come si chiede l'elemosina

 

Claudio Simeoni

Meccanico

Apprendista Stregone

Guardiano dell'Anticristo

Membro fondatore
della Federazione Pagana

Piaz.le Parmesan, 8

30175 Marghera - Venezia

Tel. 3277862784

e-mail: claudiosimeoni@libero.it

 

2017

Indice Generale degli argomenti