La partita di calcio fra filosofi, azione n.24
Fondamentalisti contro Dialettici n. 5

Capitolo 55

La partita di calcio mondiale fra i filosofi

Claudio Simeoni

 

Sei capace di giocare a calcio?

 

Fondamentalisti e Dialettici n. 5

 

Continua dal precedente...

 

Ed è Plotino che riceve il passaggio di Agostino d'Ippona:

"Ecco dunque ciò che si chiama piacere e dolore: il dolore è conoscenza del dissolvimento del corpo che sta per essere privato dell'immagine dell'anima; il piacere è conoscenza, nell'essere vivente, che l'immagine dell'anima è sul punto di essere nuovamente integrata nel corpo."

Plotino, Enneadi, Bompiani, 2000, p. 643

Plotino, in possesso di palla, fa qualche passo e poi lancia la palla in direzione di Platone che riceve:

"In questo modo: se l'Essere si dice dell'Uno -che-è e l'Uno dell'Essere che è Uno, non sono la stessa cosa l'Essere e l'Uno, ma si predicano entrambi di quella realtà che abbiamo posto come ipotesi, dell'Uno-che-è. Non è allora necessario che lo stesso Uno-che-è sia un tutto, di cui siano parti l'Uno e l'Essere?".

Platone, Tutti gli scritti, Parmenide, Bompiani, 2014, p. 392

Su Platone interviene deciso Karl Marx:

"Di conseguenza, la morale, la religione, la metafisica e ogni altra forma ideologica, e le forme di coscienza che ad esse corrispondono non conservano oltre la parvenza di autonomia. Esse non hanno storia, non hanno sviluppo, ma gli uomini che sviluppano la loro produzione materiale e le loro relazioni materiali, trasformano e le loro relazioni materiali trasformano, insieme con questa la loro realtà, anche il loro pensiero e i prodotti del loro pensiero."

Karl Mark, La concezione materialistica della storia, Editori Riuniti, 1971 p. 44

Marx passa la palla indietro per Democrito che la stoppa:

"Democrito non intendeva dire che di quei granelli di polvere che, sollevandosi, si rendono visibili attraverso la finestra, siano costituiti il fuoco e l'anima o che, in generale, questi granelli di polvere siano gli atomi, bensì ha detto: "Questi granelli esistono nell'aria, essendo però invisibili a causa della loro limitata grandezza, sembrano non esistere e solo i raggi solari, che penetrano attraverso la finestra, ne rivelano l'esistenza; allo stesso modo, esistono anche i corpi indivisibili, piccoli e invisibili perché è troppo piccola la loro grandezza". Egli considera questi corpi come principio primo di tutti i corpi naturali, così come i medici considerano essere principi di tutti i corpi i quattro elementi."

Democrito, Raccolta dei frammenti, Bompiani, 2007, p. 291

Democrito vede libero Darwin e gli passa la palla affinché possa impostare una nuova azione. Darwin riceve e si guarda attorno.

"Nel dire, come abbiamo detto, che l'uomo ha creato una razza, non facciamo confusione e non affermiamo che l'uomo ha fatto gli individui che sono stati forniti dalla natura con certe qualità apprezzabili: l'uomo li ha riuniti insieme e ha trasformato in un dono permanente la generosità della natura. In parecchi casi, come ad esempio nella pecora Ancon, di gran valore perché non è capace di saltare gli steccati, e nel piccolo cane usato nei mulini, l'uomo ha probabilmente soltanto impedito gli incroci, ma in molti casi noi sappiamo di sicuro che egli ha agito secondo la selezione, traendo vantaggio dalle successive piccole variazioni."

Darwin, L'origine delle specie e i fondamenti dell'evoluzione, Newton, 1984, p. 111

Darwin effettua un lancio lungo per trovare Mao Tse Tung. Il tiro non è preciso e interviene Maometto detto "profeta di Allahu Akbar" che, per i Fondamentalisti, si impossessa della palla.

"O uomini, adorate il Signor vostro: lui vi ha fatto sorgere dal nulla, lui ha creato quelli che furono prima di voi. E' auspicabile, dunque, che lo temiate."

Maometto, Corano, Sura II La vacca, versetto 21, Oscar Mondadori, 1980, p. 87

A Maometto detto "profeta di Allahu Akbar", si affianca Paolo di Tarso che viene immediatamente servito in area di attacco.

"Anzi "se il tuo nemico ha fame, dagli da mangiare; se ha sete, dagli da bere: facendo questo, infatti, accumulerai carboni ardenti sopra il suo capo. Non lasciarti vincere dal male, ma vinci il male con il bene"."

Paolo di Tarso, lettera ai Romani 12, 20 - 21

Ringalluzzito, Paolo di Tarso cerca di conquistare il controllo del centrocampo….

 

Continua...

 

Marghera, 01 giugno 2018

 

Hai imparato a chiedere l'elemosina?

 

Davvero vuoi continuare a navigare in questo sito?

Clicca qui e impara come si chiede l'elemosina

 

Claudio Simeoni

Meccanico

Apprendista Stregone

Guardiano dell'Anticristo

Membro fondatore
della Federazione Pagana

Piaz.le Parmesan, 8

30175 Marghera - Venezia

Tel. 3277862784

e-mail: claudiosimeoni@libero.it

 

2017

Indice Generale degli argomenti