Il discorso sull’autoguarigione

Correnti Vegetative - Seconda parte

La filosofia del divenire della Religione Pagana

di Claudio Simeoni

Filosofia Pagana

 

Il discorso sull’autoguarigione è un discorso complesso perché sul desiderio di autoguarigione si concentra l'attenzione e le aspettative di ogni persona che, avendo messo in atto azioni autodistruttive, sogna di avere una seconda possibilità di benessere.

Purtroppo, sui processi di autoguarigione si sono costruite delle leggende e spesso alcune manifestazioni di autoguarigione sono stati spacciati per "miracoli" ad uso e consumo di qualcuno. Il fatto è che dentro di noi ci sono tutta una serie di "strumenti" finalizzati all'autoguarigione. Pensiamo, ad esempio, alla riparazione delle ferite da parte delle piastrine del sangue. Eppure, basta prendere una sostanza anticoagulante o una sostanza coagulante per variare i tempi di cicatrizzazione di una ferita.

L'autoguarigione sono le modalità di ricostruzione del corpo fisico data una situazione che ne ha danneggiato la struttura.

L'autoguarigione è la capacità del corpo di reagire a condizioni debilitanti. Non riporta il corpo ad un modello, ma dato un "malfunzionamento" reagisce compensando affinché il corpo possa continuare a vivere.

La struttura fisica tende a ricostruirsi, riadattandosi, al fine di consentire all'individuo di affrontare, ancora e al suo meglio, le contraddizioni della vita. Spesso, per guarire, è sufficiente il tempo. Le stesse medicine agiscono nel tempo e nelle trasformazioni: inseriscono delle variabili nel corpo.

Se si cessa di intossicare i polmoni, i polmoni tendono a ricostruirsi. Se si continua ad intossicarli il processo di ricostruzione è sempre in atto, ma viene bloccato o rallentato dalla nostra azione.

La prima cosa da dire è che per mettere in atto un processo di autoguarigione è necessario sottrarsi dalle situazioni o dai comportamenti che danneggiano la nostra vita.

In secondo luogo, i tempi di reazione soggettivi sono tanto più incisivi quanto più un fisico è "giovane"; nel senso che dispone di tempi maggiori per la propria trasformazione!

Premesso questo:

ASCOLTARE LE CORRENTI VEGETATIVE, all'interno dell'insieme delle pratiche de Il Crogiolo dello Stregone, mette in moto processi di "autoguarigione" o, se preferiamo, processi di sistemazione o trasformazione fisiologica.

E' come se, concentrando la nostra attenzione dentro noi stessi, i nostri organi interni riiniziassero a crescere e a sistemarsi al meglio possibile nell'attesa di un qualche Intento!

Ricordiamo che un corpo fisico appartenente all'Essere Natura inizia a degenerare nel momento stesso in cui cessa di crescere. Tale corpo fisico cessa di crescere quando ritiene che non sia più necessario crescere: cioè quando il soggetto cui il corpo appartiene pensa di non aver più fini o intenti da perseguire e raggiungere. Da qui sorge il bisogno di morte del corpo fisico.

ATTENZIONE: stiamo parlando solo di disfunzioni fisiche che provocano debilitazione di ordine psico-fisico che non siano dovuti a "malattie" (attacchi di Virus, Batteri ecc.) o deformazioni genetiche. Stiamo parlando della vita, non di curare ciò che comunemente viene chiamato malattia che deve essere trattata in campo medico. Non stiamo affatto parlando di miracoli alla "abracatabra cieco o lebbroso, guarisci".

Uno studio appena pubblicato (agosto 2003) su Psycosomatic Medicine da ricercatori di Pittsburg guidati da Carnegie Mellon ha dimostrato statisticamente che le persone con un atteggiamento positivo nei confronti della vita si ammalano meno quando attaccate dai virus.

Selezionati dei campioni di persone si è visto che somministrando dei virus (responsabili del raffreddore) coloro che avevano un atteggiamento positivo nei confronti della vita, si ammalavano di meno.

Che cosa avevano di diverso le persone che vivevano in maniera positiva? Le Correnti Vegetative che le attraversano e che alimentano i loro interessi e le loro tensioni. Interessi vivi e tensioni vive che si manifestano nel mondo oggettivo, nell'insieme della vita quotidiana, permette alle persone, a parità di vita economica, di essere maggiormente corazzate nei confronti degli attacchi virali.

Le Correnti Vegetative possono essere percepite anche come velocità di scarico della propria Energia Vitale. La quantità dell'Energia Vitale che scorre dentro di noi è data dalla quantità di volte nelle quali noi, vivendo per sfida, abbiamo compattato noi stessi, sviluppando l'equazione tensione-carica-scarica-rilassamento.

Stiamo parlando della messa in movimento espansivo di quanto fisiologicamente tende a fermarsi per il "non uso" o il "non coinvolgimento" nella nostra quotidianità.

ATTENZIONE ANCORA: date le specifiche condizioni del singolo individuo, il suo specifico patrimonio genetico e le sue strategie di adattamento all'oggettività che ha incontrato al momento della nascita, l'Ascolto delle Correnti Vegetative migliora e "perfeziona finalizzandola" la sua fisiologia in funzione del suo specifico VIVERE PER SFIDA!

L'autoguarigione è una specie di mito.

Quando si cessano comportamenti autodistruttivi o autolesionisti, come quelli di ignorare i segnali che le varie parti del corpo mandano alla ragione, il processo di autoguarigione si mette in moto.

E' come se l'intero organismo si dilatasse e una sensazione di forza e di potenza si impossessasse del nostro corpo fisico.

Tanto per fare un esempio. Quando si cessa di fumare sia la percezione degli odori che la percezione del gusto rispetto ai cibi si dilata, ed è una sensazione di potere che percorre l'individuo che attraverso il gusto e gli odori, non più prigionieri del fumo, aumenta la quantità di fenomeni percepiti.

La sensazione di forza che si impossessa del corpo fisico è ciò che ha portato il successo (sia pur relativo) ai gruppi che praticano New Age, Yoga, Reiki, Meditazione trascendentale e simili.

Dopo aver praticato Yoga, Meditazione Trascendentale ecc. la questione è: ora che fare?

Mi sono concentrato su me stesso: e dopo?

Imparare a vivere per sfida.

Che si contrappone al vivere per sottomissione e che diventa una reazione al vivere per accettazione.

Come faccio?

O si cerca un piccolo tiranno, un nemico da combattere, oppure ci si affianca a qualcuno con una sfida già in corso facendola propria.

 

Marghera 03 dicembre 2003 (è l'unica data che ho)

 

Il libro si può ordinare all'editore Youcanprint

Oppure, fra gli altri anche su:

Feltrinelli

Ibs

Cod. ISBN 9788891170897

Vai all'indice degli argomenti trattati nel libro: La Stregoneria raccontata dagli Stregoni

 

Per approfondimenti vedi Il Crogiolo dello Stregone

 

Claudio Simeoni

Meccanico

Apprendista Stregone

Guardiano dell'Anticristo

Membro fondatore
della Federazione Pagana

Piaz.le Parmesan, 8

30175 Marghera - Venezia

Tel. 3277862784

e-mail: claudiosimeoni@libero.it

 

Filosofia pagana

 

La Religione Pagana

 

 

Home Page