Difesa mediante la negazione e il diniego

Follia controllata - Settima parte

La filosofia del divenire della Religione Pagana

di Claudio Simeoni

Filosofia Pagana

 

Difesa egodistonica - Diniego

Negare la realtà, nella quale si vive per sostituirla con una realtà maggiormente corrispondente ai propri desideri, proprio dell'educazione cristiana, ebrea e musulmana imposta con la violenza sull'infanzia.

Alla violenza dell'educazione propria dell'ambiente parentale si sovrappone l'idea del dio padrone buono, il padre buono, che con il suo intervento ripara dalle ingiustizie. Per l'individuo violentato la realtà deve essere quella del "padre buono" e per questo nega ogni dato di realtà che mette in discussione la sua idea.

Nello stesso tempo, questo individuo mette in atto azioni di violenza perché è l'azione del "padre buono" che in quanto buono può fare solo cose buone e non violenza.

Il diniego porta l'individuo a vivere in una realtà immaginata alla quale, quando ha potere, piega l'intera società civile.

In psicologia è il rifiuto di riconoscere esperienze penose, impulsi, dati di realtà o aspetti di sé o del mondo percettivo. Siccome opera contro l'esame di realtà, questo tipo di difesa può, talvolta, portare al delirio.

Un individuo che pratica questo tipo di difesa non riconosce nemmeno l'ovvio. Quando questo ovvio gli ricorda (o ha paura che gli posa ricordare) esperienze penose, impulsi che vuole nascondere o aspetti di sé che non vuole far conoscere. Quando qualcuno gli dimostrerà come stanno le cose, lo aggredirà con tutti i mezzi che la situazione gli consente.

Come si esce?

Quando l'individuo si accorge di anteporre timori vegetativi alle verifiche della sua ragione è già uscito da una condizione di diniego aprioristico. Quando si accorge di non essere toccato dall'ovvio significa che si accorge di essere in assoluta difesa e questa consapevolezza sta già rimuovendo le sue difese uscendo dallo stato patologico. Uscire dal diniego come espressione patologica implica l'assunzione dell'atteggiamento scettico nei confronti dei fenomeni del mondo. Un atteggiamento scettico che impedisce all'individuo di passare da un diniego ad un altro diniego.

Come ci si difende?

Le esperienze penose, che vengono rimosse a livello conscio, si somatizzano nella struttura psichica e l'individuo trasmette nel sistema sociale le tensioni, le idee e l'organizzazione che gli consente di mettere in atto più facilmente le sue difese.

Ciò che gli ha procurato dolore non deve più manifestarsi, ma questo personaggio non agisce per rimuovere le cause che gli hanno procurato dolore, ma difenderà la sua paura di riprovare quel dolore diventando aggressivo con chi mette in atto azioni che gli evocano la situazione che lo ha fatto soffrire. Questo personaggio sarà feroce anche con chi, affrontando le cause che lo hanno portato a provare dolore, riesce a mettere in atto delle strategie che ne rimuovono le cause. Come se costui si nutrisse dall'ansia che può provocargli dolore perché quel dolore da senso alla sua vita.

Chi pratica questo tipo di difesa sa riconoscere il soggetto, l'individuo, che a differenza di lui ha messo in atto delle strategie per affrontare lo stesso problema che a lui provoca dolore fermandone gli effetti. Lo riconosce come diverso e ne ha paura. Quell'individuo, capace di affrontare le situazioni che lo terrorizzano, diventa il nemico da distruggere. Come, lui è stato sopraffatto e non ha saputo difendersi e l'altro è riuscito a far fronte ad una situazione analoga: come si permette!

IL NEMICO DA DISTRUGGERE

Provate a dimostrare a degli incapaci che voi sapete trarre nutrimento dal fuoco e chi col fuoco o dal fuoco si è sottratto e oggi ne ha paura tenterà di accumulare legna per darvi fuoco e con questo compiacersi che anche voi, come lui, avete paura del fuoco.

Finito di riprodurre:

Marghera, 04 marzo 2007

 

Il libro si può ordinare all'editore Youcanprint

Oppure, fra gli altri anche su:

Feltrinelli

Ibs

Cod. ISBN 9788891170897

Vai all'indice degli argomenti trattati nel libro: La Stregoneria raccontata dagli Stregoni

 

Per approfondimenti vedi Il Crogiolo dello Stregone

 

Claudio Simeoni

Meccanico

Apprendista Stregone

Guardiano dell'Anticristo

Membro fondatore
della Federazione Pagana

Piaz.le Parmesan, 8

30175 Marghera - Venezia

Tel. 3277862784

e-mail: claudiosimeoni@libero.it

 

Filosofia pagana

 

La Religione Pagana

 

 

Home Page