Che cosa si intende per paura

Meditazione - Terza parte

La filosofia del divenire della Religione Pagana

di Claudio Simeoni

Filosofia Pagana

 

Che cosa si intende per PAURA?

Si intendono tutte quelle ansie, dubbi, incertezze, tremori, sudorazioni che assalgono l'individuo quando affronta qualche cosa, qualche problema, la cui soluzione potrebbe ampliare la sua percezione del mondo in cui vive e la descrizione della ragione.

Nella specie umana c'è una forma psichica che chiamiamo comunemente e impropriamente: paura.

Secondo una lettura approssimativa di Schopenhauer sulla volontà si ha:

"L'uomo è comunque sottoposto alla Volontà che tenta di soddisfare sé stessa.
La vita non ha altro interesse che perpetuare sé stessa!
Le Coscienze di sé sono manifestazioni consapevoli di Volontà che inseguono la soddisfazione dei bisogni senza mai appagarli pienamente perché ne nasce subito un altro da cui le tensioni e l'infelicità" - Schopenauer

Il non perpetuare la vita espandendo sé stessi è la funzione del meccanismo che in noi genera la paura che poi si esprime in forme diverse (per effetto dei blocchi emozionali ed espansivi dell'individuo).

La paura nasce dal timore di non perpetuare la vita. Nasce dall'idea che ci siano ostacoli insormontabili che in qualche modo possono mettere fine alla vita.

Se io faccio o dico questo, il mondo reagisce e mi brucia sul rogo! Dunque, non posso fare o dire questa cosa perché muoio.

La paura sospende la sua minaccia come una spada di Damocle sulla testa della persona anche se le minacce non sono più attualizzabili la persona si impone una forma di autocensura per rispondere alla propria paura.

Questa forma psichica si trasferisce nella ragione sotto forma di:

- paura di perdere il controllo dell'individuo

- paura dei nuovi fenomeni che mettono in discussione l'equilibrio raggiunto dalla ragione sul controllo dell'individuo!

La paura generata dalla ragione e imposta col condizionamento educazionale è una forma ossessiva che nei casi più gravi produce manifestazioni riconducibili a patologie psichiatriche!

Non si sta assolutamente parlando della paura del vuoto o di quella generata da animaletti "schifidi" o la paura per gli animali (anche se il meccanismo li comprende).

Spesso quel tipo di paura è generata o da effetti fisiologici riportati nella struttura emozionale come le vertigini prodotte dal liquido nelle orecchie o da incapacità ad affrontare gli oggetti del mondo trasmessa al bambino dagli adulti (possono essere persone anziane o persone incapaci di affrontare il mondo!). Mancanza di conoscenza interiorizzata.

Per superare queste paure (se si ritiene necessario farlo) si affronta l'oggetto imparando prima a conoscerlo, poi analizzando le nostre sensazioni, poi verificando quelle sensazioni in relazione all'oggetto.

La pratica supera la ripugnanza - spesso è una pratica che non serve!

Perché non serve?

Perché non è una vera e propria paura, è interiorizzazione di un atteggiamento imposto.

La paura è quella che si esprime bloccando noi stessi nella corsa all'inseguire la soddisfazione dei bisogni e gli sforzi che mettiamo in atto per appagarli! Devo fare attività sessuale come la morale impone! Obbedire alla morale imposta da' sicurezza, violare la morale imposta crea insicurezza; crea crisi soggettiva (rimorsi di coscienza) anche quando non c'è ragione oggettiva di insicurezza.

La paura è quanto ci impedisce di trasferire il nostro essere individui della Natura nei bisogni e nella soddisfazione di esseri sociali!

La paura dell'attività della morale sociale contro di noi e l'incapacità di organizzare strategie per rimuoverla.

Quella che ha terrorizzato gli anarchici impedendo loro di chiedere per noi una stanza nella quale tenere una conferenza.

 

Fine testo 2001 - rettificata ottobre 2003!

 

Il libro si può ordinare all'editore Youcanprint

Oppure, fra gli altri anche su:

Feltrinelli

Ibs

Cod. ISBN 9788891170897

Vai all'indice degli argomenti trattati nel libro: La Stregoneria raccontata dagli Stregoni

 

Per approfondimenti vedi Il Crogiolo dello Stregone

 

Claudio Simeoni

Meccanico

Apprendista Stregone

Guardiano dell'Anticristo

Membro fondatore
della Federazione Pagana

Piaz.le Parmesan, 8

30175 Marghera - Venezia

Tel. 3277862784

e-mail: claudiosimeoni@libero.it

 

Filosofia pagana

 

La Religione Pagana

 

 

Home Page