Karl Marx,
Friedrich Hegel, Democrito

Giocatori dialettici
Primo gruppo di cinque

Capitolo 22

La partita di calcio mondiale fra i filosofi

Claudio Simeoni

 

Sei capace di giocare a calcio?

 

Ci spostiamo nel campo dei dialettici. In questo campo sembra che la specialità calcistica consista nel "tiro diretto". Giungere al dunque della questione che si realizza nella materia come oggetto che abita il mondo.

Sembra che i dialettici siano gli ultimi arrivati sul campo di calcio perché ad ogni passo trovano una contraddizione da risolvere.

Nel campo in cui sta avvenendo il riscaldamento osserviamo vari tipi di allenamento.

L'allenamento di Democrito che tratta la sua realtà fata di atomi che si aggregano:

"Gli atomi si raggruppano tra loro in vario ordine e secondo varie posizioni, come accade con le lettere. Queste, poiché sono tante, disponendosi in vario ordine, formano innumerevoli parole. Le lettere sono anche in varie forme e carattere analogo hanno anche questi corpi primi."

Democrito, Raccolta dei frammenti, Bompiani, 2007, p. 325

E' la stessa realtà in cui Karl Marx sta scaldando i suoi muscoli mediante un'accusata analisi del terreno di gioco:

Le idee della classe dominante sono in ogni epoca le idee dominanti; cioè la classe, che è la potenza materiale dominante della società è in pari tempo la sua potenza spirituale dominante. La classe che dispone dei mezzi di produzione materiale dispone con ciò, in pari tempo, dei mezzi della produzione intellettuale cosicché ad essa in complesso sono assoggettate le idee di coloro ai quali mancano i mezzi della produzione intellettuale.

Karl Marx, La concezione materialistica della storia, Editori Riuniti, 1974, p. 72-73

Osserviamo anche gli ampi palleggi di Friedrich Hegel:

"L'immaterialità di uno dei dati di questa opposizione, cioè dell'anima, la si concede senza difficoltà; l'altro lato invece, quello materiale, dal punto di vista del pensiero puramente riflettente rimane come qualche cosa di fisso, come qualche cosa che noi ammettiamo non meno dell'immaterialità dell'anima; in tal modo attribuiamo a ciò che è materiale lo stesso essere che a ciò che è immateriale, e riteniamo entrambi ugualmente sostanziali e assoluti."

Friedrich Hegel, Filosofia dello spirito, Utet, 2005, p. 113

 

Marghera, 13 marzo 2018

 

Hai imparato a chiedere l'elemosina?

 

Davvero vuoi continuare a navigare in questo sito?

Clicca qui e impara come si chiede l'elemosina

 

Claudio Simeoni

Meccanico

Apprendista Stregone

Guardiano dell'Anticristo

Membro fondatore
della Federazione Pagana

Piaz.le Parmesan, 8

30175 Marghera - Venezia

Tel. 3277862784

e-mail: claudiosimeoni@libero.it

 

2017

Indice Generale degli argomenti