Anicio Manlio Severino Boezio, Platone figlio di Aristone
Plotino e Proclo Licio Diadoco

Giocatori fondamentalisti
Quinto gruppo di cinque

Capitolo 11

La partita di calcio mondiale fra i filosofi

Claudio Simeoni

 

Sei capace di giocare a calcio?

 

Presentazione degli ultimi giocatori della squadra dei fondamentalisti. I fondamentalisti sono caratterizzati dalla verità annunciata.

Il Fondamentalista annuncia la verità e non è in grado di tollerare una diversa verità a fondamento della realtà vissuta.

Lo stile di gioco è piuttosto semplice: data la verità che io ti annuncio, o ti adegui o ti brucio.

Alcuni di loro furono bruciati come Socrate, Gesù detto "figlio di Yahweh", Cicerone, Paolo di Tarso e altri imprigionati o esiliati come Boezio e Platone.

La verità non si discute. Esattamente come non esiste, fra i fondamentalisti, l'arte del mediare, del dribblare, del passaggio di palla in orizzontale. I Fondamentalisti puntano l'avversario e dicono all'avversario, o ti adegui o sei morto.

Anicio Manlio Severino Boezio

Quello per un po' di tempo sopportò con pazienza, poi, incassata una buona dose di oltraggi; "E ora finalmente – disse intono quasi di trionfo – ti rendi conto che sono un filosofo?" "Me ne sarei reso conto – rispose allora quel tale con fare pungente e sarcastico – se tu avessi taciuto".

Anicio Manlio Severino Boezio, La consolazione della filosofia, BUR, 1984, p. 167

Platone figlio di Aristone

Ora, invece, dando per certo che si possa attuare, col tuo permesso, analizzerò il modo in cui i reggitori organizzeranno questa materia, che il loro modo di agire è della massima utilità per lo Stato e per i Custodi. Questo, in primo luogo, cercherò di esaminare con te; il resto verrà dopo, sempre che tu me lo conceda».
«Telo concedo-disse-e, dunque, procedi pure nel tuo esame».
«Io credo - dissi - che reggi tori degni di tal nome, e così pure i loro aiutanti, vorranno, rispettivamente, dare ordini ed eseguirli, talvolta seguendo alla lettera le leggi, tal altra solo ispirandosi ad esse, quando sia loro permesso».

Platone figlio di Aristone, La Repubblica in Opere Complete, Bompiani, 2014, p. 1192

Plotino

"E' necessario esaminare tutto questo; e non dimeno, dobbiamo avere il coraggio di studiare questo problema negli esseri primi e in Colui che sta al di sopra di tutto: come cioè ogni cosa dipenda da Lui, anche se siamo già d'accordo che Egli possa tutto."

Plotino, Dal VI° libro dell'Enneadi – 8^ parte, Bompiani, 2000,

Proclo Licio Diadoco

Se si limitasse a permanere, non differirebbe per nulla dalla sua causa, essendo non distinguibile da essa. Infatti alla distinzione si accompagna la processione.

Proclo Licio Diadoco, Elementi di teologia da I Manuali – i testi magico teurgici, Rusconi, 1999, p. 111

 

Marghera, 13 marzo 2018

 

Hai imparato a chiedere l'elemosina?

 

Davvero vuoi continuare a navigare in questo sito?

Clicca qui e impara come si chiede l'elemosina

 

Claudio Simeoni

Meccanico

Apprendista Stregone

Guardiano dell'Anticristo

Membro fondatore
della Federazione Pagana

Piaz.le Parmesan, 8

30175 Marghera - Venezia

Tel. 3277862784

e-mail: claudiosimeoni@libero.it

 

2017

Indice Generale degli argomenti