Il campo di gioco, gli arbitri della filosofia e le squadre

Capitolo 2

La partita di calcio mondiale fra i filosofi

Claudio Simeoni

 

Sei capace di giocare a calcio?

 

Ora, con l'autorità che mi compete, ho chiamato a raccolta (ma chi me lo ha fatto fare di iniziare sta cosa?) le possibili formazioni calcistiche dei filosofi.

Si sono presentate quattro squadre composte da quindici o sedici giocatori ai quali ho dovuto controllare le credenziali.

Ci sono state delle proteste perché Brahama è stato escluso dall'arbitraggio mentre Lao Tze ha preferito rifugiarsi nell'eterno Tao e togliersi "dal campo".

Lo stesso Buddha manca di consistenza ideologica. Di che cosa discuti con chi tende ad annullare sé stesso e con sé stesso, l'intera vita?

Gli arbitri scelti sono quelli che hanno determinato le condizioni del pensiero umano che i filosofi hanno sintetizzato nelle loro esternazioni.

E' una partita di calcio, ma non giocano uomini in mutande che inseguono una palla, si muovono vecchi barbuti in un presente quadrimensionale avvolto nella nebbia che si rivela loro quando la palla giunge ai loro piedi. La palla è l'"oscuro presente" che deve essere infilata nella porta avversaria per realizzare il "futuro possibile" agognato da quella squadra di filosofi.

 

La partita è contemporanea su tutti i campi

 

Al campionato si sono presentate quattro squadre che giocano su questo campo di calcio un'unica partita. Voi dovete pensare ad un campo di calcio normale in cui due squadre si affrontano. Poi, nella linea centrale del campo, intersecate un secondo campo di calcio a 90 in cui ci sono due squadre di calcio che si affrontano. Voi avete due campi di calcio con due partite in contemporanea. Solo che le squadre di calcio non giocano solo sul campo, ma anche sotto il campo perché in questi campi non c'è né un sopra né un sotto e dal momento che non c'è né un sopra e né un sotto, ogni squadra di calcio gioca contemporaneamente con la squadra che ha di fronte, con la squadra in verticale sopra di lei e con la squadra in verticale sotto di lei

Le quattro squadre che si sono presentate a disputare il campionato mondiale di filosofia sono state: i Fonamentalisti, i Dialettici, i Rinascimentali e gli Esistenzialisti.

I quattro arbitri hanno fatto il possibile per sollecitare la composizione delle squadre. Yahweh, Fanes, Bepi da Lusiana e Allahu Akbar hanno lavorato suonando le trombe e levando i morti.

In questo modo hanno presentato l'elenco dei loro campioni che formano le loro squadre.

In tutto questo scontro epico, io mi ritaglio l'onore di essere la voce narrante, quale testimone, di eventi che hanno determinato la storia dell'umanità. Come voce narrante io divento gioco e sintesi del gioco da presentare agli spettatori.

 

Marghera, 13 marzo 2018

 

Pagina tradotta in lingua Portoghese

Tradução para o português: Capítulo 2 - O campo do jogo, os árbitros da filosofia e os times

 

Hai imparato a chiedere l'elemosina?

 

Davvero vuoi continuare a navigare in questo sito?

Clicca qui e impara come si chiede l'elemosina

 

Claudio Simeoni

Meccanico

Apprendista Stregone

Guardiano dell'Anticristo

Membro fondatore
della Federazione Pagana

Piaz.le Parmesan, 8

30175 Marghera - Venezia

Tel. 3277862784

e-mail: claudiosimeoni@libero.it

 

2017

Indice Generale degli argomenti