La Religione Pagana, una Religione senza fede.

I filmati della Religione Pagana

Claudio Simeoni

La Religione Pagana è la religione di chi vive nelle tempeste della vita.

 

La fede è un effetto della malattia mentale indotta nell'infanzia dalla coercizione cristiana (monoteiste e buddista in generale) che costringe l'uomo a vivere in uno stato di prostrazione e di dipendenza da un immaginario oggetto esterno.

Nella fede l'uomo non è responsabile della sua vita. Il responsabile della vita dell'uomo e delle sue scelte è l'oggetto di fede che, di fatto, impone all'uomo quelle azioni per evitargli l'angoscia dei "sensi di colpa".

La fede viene autoimposta dall'individuo per evitare il dolore che l'ambiente esterno gli procurerebbe se lui non soggettiva la fede, quella fede, riproducendo nella quotidianità gli atti imposti da quella fede.

La fede è il prodotto della modificazione dello sviluppo della struttura emotiva dell'uomo per adattarsi alla violenza imposta.

Per sopravvivere, quell'uomo trasforma la fede in immaginazione riempiendo le emozioni imprigionate dalla fede di immagini e di idee che danno forma alla descrizione del suo mondo.

La fede si alimenta attraverso l'immaginazione di un individuo che è stato costretto a separarsi dalla realtà in cui vive.

Il dio creatore, inventato dagli ebrei schiavi a Babilonia, era il prodotto della loro immaginazione che con la violenza hanno imposto ai loro figli.

Quella violenza si chiama FEDE.

Solo la Religione Pagana è una religione senza fede in quanto non impone la sottomissione o la dipendenza dell'uomo nei confronti di un oggetto immaginato.

La Religione Pagana è una religione senza la necessità della fede, intesa come deformazione della psiche che porta l'individuo ad uno stato patologico psichiatrico di dipendenza da un ente esterno al quale viene fatta risalire. La fede determina la morale nella quale circoscrivere la propria idea del mondo e della vita.

 

 

E' difficile far capire alle persone come la Religione sia il legame che unisce le persone al mondo e alla vita e non un legame ad un ente esterno che le rende schiave ad una morale a loro imposta. Una morale imposta da un ente "creatore o "determinatore" che non la applica a sé stesso. Nel regime dittatoriale non č facile far capire al cristiano che la sottomissione alla verità rende schiavi e che la libertà č una continua ricerca del vero che modifica costantemente la nostra percezione del mondo in cui viviamo.

Nella storia dell'uomo la fede non era un oggetto su cui discutere. I Romani avevano fede in sé stessi, ed esternavano il proprio intento per esternare il proprio Onore.

La loro fede era riposta nell'uomo, nella cittŕ, nella Repubblica, non negli Dèi con i quali stipulavano un patto alla pari.

Un Pagano non accetterebba mai affermazioni del tipo: "In verità, in verità ti dico..." perché sa che questa è una premessa per l'inganno. Un inganno il cui scopo è rubargli la vita.

 

Claudio Simeoni

Meccanico

Apprendista Stregone

Guardiano dell’Anticristo

Tel. 3277862784

e-mail: claudiosimeoni@libero.it

Indietro

<<---->>

Avanti

La Religione Pagana

La Religione Pagana č la religione che riconosce il mondo come un insieme di Dči. Conduce uomini e societŕ a vivere fra gli Dči portandoli essi stessi a diventare Dči.