Quando si diventa Streghe o Stregoni?
L'iniziazione in Stregoneria

I filmati della Religione Pagana

Claudio Simeoni

La Religione Pagana è la religione di chi vive nelle tempeste della vita.

 

Quando si diventa Streghe o Stregoni?

Quando si manifesta la necessità. Quando si reputa necessario adeguare noi stessi al mutare continuo delle condizioni in cui viviamo.

Esiste l'Iniziazione alla Stregoneria. Solo che l'Iniziazione viene fatta dalla Madre degli Dèi.

Uno Stregone può iniziare le persone alla Stregoneria. Può insegnare loro le tecniche per rompere la barriera del GIH e permettere alla loro intuizione di fluire rapida alla coscienza razionale dalla parte antica del cervello.

Uno Stregone può insegnare la disciplina utile per controllare le tensioni profonde, usare le emozioni per costruire le relazioni, assumere il punto di vista per stimolare letture inusuali del mondo in cui viviamo.

La vera Iniziazione, quella capace di scuotere e rendere economicamente vantaggioso far affluire alla coscienza le innumerevoli diversità di percepire, penetrare e descrivere, il mondo in cui viviamo, può farlo solo Nera Notte che nel suo utero racchiude il TEMPO ORIGINARIO, madre di tutti i tempi e di tutte le possibilità di percezione del presente.

E' Nera Notte che istruì Zeus spingendolo a fagocitare Meti (o l'Intento) e a far propria l'intelligenza progettuale diventando Padre di tutti i viventi della Natura. Conoscere il linguaggio di Nera Notte permette ad ogni Stregone di comprendere Stregoni di Specie (animali o vegetali) o di culture diverse.

Iniziare significa diventare consapevoli di una realtà vissuta e dell'esistenza di una trasformazione possibile che guidiamo mediante la nostra volontà

Le trasformazioni soggettive prodotte dall'Iniziazione, non sono percepite come un cambiamento avvenuto, ma come una realtà di noi stessi: come se fossimo sempre stati nella condizione di percezione attuale. Noi ci siamo modificati, ma la nostra ragione costringe la nostra coscienza a pensare di essere sempre stata così.

Non si percepisce il cambiamento fra un prima e un dopo, ma il dopo è percepito come se il prima non fosse mai avvenuto.

Si tratta della negazione della negazione. Dove ogni dopo che abbiamo relizzato mediante le trasformazioni dell'Iniziazione, negano il prima in cui le nostre emozioni e la nostra conoscenza del mondo agiva.

Da qui la percezione di un presente che appare alle nostre emozioni sempre uguale nonostante la diversità che realizziamo.

Quando cessa il processo di iniziazione di uno Stregone? Al momento della morte del corpo fisico. Per questo motivo si è sempre degli "Apprendisti Stregoni".

 

1) Madre Nera Notte inizia uomini e donne alla Stregoneria;

 

 

Praticare Stregoneria significa giocare al grande gioco della vita.

La pratica della Stregoneria inizia quando la persona afferma a sé stessa "dal momento che io ho "questo" obbettivo, devo organizzarmi per raggiungerlo". Quel "devo organizzarmi" mette in moto una trasformazione soggettiva in funzione di un intento.

Una volta che un individuo inizia la trasformazione, inizia il suo viaggio.

Tutta la vita è intesa come un viaggio. Un lungo viaggio che va da una trasformazione all'altra capace di portare da un intento ad un altro.

In quel momento siamo come Ulisse che tentano di tornare ad Itaca e che, una volta ad Itaca, c'è un'altra Itaca che attende e per la quale ci si organizza per poter arrivare.

 

2) Il viaggio;

 

C'è un'Itaca che ci aspetta. Un obiettivo da raggiungere.

Non c'è attesa per chi pratica Stregoneria.

Non c'è la speranza che costruisce angoscia.

C'è il lavoro con cui donne e uomini si trasformano e si attrezzano per percorrere lo spazio che li separa da un obiettivo ad un altro.

 

Claudio Simeoni

Meccanico

Apprendista Stregone

Guardiano dell’Anticristo

Tel. 3277862784

e-mail: claudiosimeoni@libero.it

Indietro

<<---->>

Avanti

La Religione Pagana

La Religione Pagana è la religione che riconosce il mondo come un insieme di Dèi. Conduce uomini e società a vivere fra gli Dèi portandoli essi stessi a diventare Dèi.